BOOM, il Sindacato dei pensionati Cgil sbarca su Instagram per parlare ai giovani

BOOM, il Sindacato dei pensionati Cgil sbarca su Instagram per parlare ai giovani

28 maggio

Nome: Boom. Sottotitolo: lotte, bombe e rock ‘n’roll.
È l’account con cui lo Spi-Cgil sbarca da oggi su Instagram, popolarissimo social network molto frequentato da giovani e giovanissimi.
L’obiettivo è quello di aprire un dialogo e un confronto con le nuove generazioni utilizzando una piattaforma digitale e un linguaggio che sia loro il più possibile accessibile e familiare.

Sull’account (per trovarlo @boom_ita) sarà raccontata la storia d’Italia degli anni ’60 e ’70, una straordinaria stagione che ha visto profonde trasformazioni in ogni ambito della società e che i pensionati iscritti al sindacato hanno vissuto in prima persona, da condividere e raccontare a chi non c’era grazie alla potenzialità messe oggi a disposizione dalla tecnologia.

Boom rappresenta quindi il segno di un’esplosione che diventa metafora di un’epoca, attraversata dalla strategia della tensione e costellata di attentati. Ma non solo. È anche il suono dell’esplosione dei movimenti giovanili, politici e sindacali, di grandi lotte che hanno portato a grandi conquiste, della socialità e della cultura che hanno attraversato e trasformato il paese, dalla tv alla musica fino alla rivoluzione dei costumi e della sessualità.

Il progetto conta svariate partnership e collaborazioni nel mondo editoriale e associativo giovanile. Ogni settimana saranno pubblicati video, foto, stories su molteplici fatti e avvenimenti che hanno caratterizzato gli anni più contraddittori della Repubblica italiana.
Il materiale fotografico e video utilizzato proviene dall’Archivio storico della Cgil nazionale e dalla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento operaio e democratico (Aamod).
Si aggiungeranno inoltre le interviste sul campo ai testimoni dell’epoca fatte da Lorenzo Fargnoli, Maurizio Franco, Matteo Garavoglia e Marco Mastrandrea, ideatori di “Un gioco di società” - la prima inchiesta fruibile totalmente su Instagram e vincitrice dell’VIII edizione del Premio Morrione - e membri del Centro di giornalismo permanente.

Sbarcare su Instagram per noi rappresenta una sfida – spiega il Segretario generale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti - perché è un social che ancora usiamo poco. Ma non ci facciamo spaventare e proveremo a starci a modo nostro.
Vogliamo parlare con i giovani e per questo è necessario provare a scendere sul loro terreno. L’obiettivo è quello di portarli a conoscere un pezzo importante della storia del nostro paese, che noi abbiamo vissuto in prima persona e che loro conoscono poco o nulla, anche perché difficilmente viene studiato a scuola. Stiamo parlando di una stagione di profonde trasformazioni sociali, economiche, politiche e anche culturali che hanno cambiato il mondo. Conoscerla li aiuterà ad avere una maggiore consapevolezza del paese in cui vivono”.

DIPARTIMENTO
organizzazione

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

L’Inps aveva ipotizzato che ad accedere alla pensione di cittadinanza sarebbero state 250 mila famiglie, il Ministro del lavoro Luigi Di Maio ne aveva annunciate 500 mila: non sarà così, saranno molte meno. I paletti per accedere all’integrazione sono molto più rigidi di quelli propagandati e sostan…
→ Continua la lettura

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

Ciao Tina, staffetta partigiana

Ci ha lasciati oggi Tina Costa. Classe 1925 e antifascista fin dalla nascita. Coraggiosa staffetta partigiana ha rischiato la propria vita per consegnare borse, aiuti e viveri ai combattenti della Linea Gotica. Tina ha portato avanti con straordinario impegno la sua militanza politica e…
→ Continua la lettura

Ciao Tina, staffetta partigiana