1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuti della pagina
 
 

Contenuto della pagina
 
 
 

La solidarietà dello Spi-Cgil nel mondo

 
 

Lo Spi-Cgil, attraverso molte sue strutture territoriali, è permeato da tradizionali e consolidati rapporti di solidarietà con l’estero. Il Dipartimento Politiche Internazionali lavora per il consolidamento e lo sviluppo delle relazioni di amicizia e collaborazione con i principali sindacati dei pensionati in Europa. A questa fitta rete di rapporti si somma l’impegno collettivo di fronte agli eventi che coinvolgono intere popolazioni, dai terremoti alle inondazioni. Inoltre, il Dipartimento dal 2010 al 2014 ha coordinato una serie di progetti di solidarietà, di norma con la partecipazione delle sue strutture regionali. 

Il minibus per i pensionati di Sarajevo
Frutto dell’impegno congiunto dello Spi-Cgil nazionale, dello Spi-Cgil Veneto edel Caaf Cgil del Triveneto, il 22 giugno 2010 a Sarajevo, con una conferenza stampa alla presenza delle autorità locali e dell’ambasciata italiana, viene consegnato al Sindacato pensionati di Bosnia-Erzegovina un minibus per il trasporto degli anziani. Un emozionato Nusret Sunje, presidente del Sindikat penzion era, così accolse il dono: “Noi dobbiamo molto allo Spi-Cgil. A loro ci siamo ispirati per costruire il nostro sindacato e a loro dobbiamo non solo questo mezzo che ci aiuterà a trasportare i nostri anziani, ma un’amicizia e una solidarietà cresciuta sempre più negli anni della ricostruzione democratica del nostro paese”. La scuola di sartoria in Senegal
Nel 2013,Severino Proserpio, fondatore dell’associazione “Bambini di Ornella”, che opera a Kelle, un villaggio di pescatori a sud di Dakar, in Senegal, presenta al Direttivo nazionale dello Spi-Cgil il progetto di una scuola di sartoria per le ragazze del luogo. Il progetto, che prevede l’acquisto di macchine da cucire e la formazione di giovani sarte per produrre abbigliamento di qualità da inserire nei circuiti del commercio eco-solidale, viene assunto dal dipartimento internazionale dello Spi-Cgil e dalle strutture regionali di Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia,Sicilia e Veneto. Nel novembre 2013 le macchine da cucire sono installate e viene avviata la selezione delle aspiranti sarte che, per tre anni,parteciperanno al corso di formazione da cui usciranno pronte ad affrontare coni loro modelli le difficili sfide del mercato internazionale. Nel 2014 lascuola diventa operativa.