1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuti della pagina
 
 

Contenuto della pagina
 
 

Pensioni, il confronto entra nel vivo. Tavolo il 7 e il 13 settembre
Pedretti: "Ci attende lavoro lungo. Sforzo massimo per ottenere risultati"

 
 
 
 

Il confronto tra governo e sindacati sta entrando nel vivo. Nell'ultima riunione del tavolo che si è tenuta il 30 agosto al Ministero del Lavoro sono stati affrontati alcuni temi quali la pensione di garanzia per i giovani e la previdenza completare su cui sono state formulate alcune ipotesi di intervento.
La discussione andrà avanti nei prossimi giorni e sono stati convocati altre due tavoli per il prossimo 7 e 13 settembre.
In questa occasione si farà il punto in particolare sulla rivalutazione delle pensioni, sull'aspettativa di vita, sul riconoscimento del lavoro di cura e sull'Ape sociale.
Il confronto quindi va avanti con l'obiettivo di andare a definire una serie di misure da inserire nella prossima legge di bilancio.

"Abbiamo cominciato a ragionare su delle ipotesi di intervento", ha dichiarato il Segretario generale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti. "Alcune sono già positive, su altre invece bisognerà continuare a fare degli approfondimenti. Sull'aspettativa di vita, ad esempio, il governo prende tempo e questo per noi non va bene perché servono delle risposte chiare.
Sulla pensione di garanzia per i giovani sono invece stati fatti dei passi in avanti ma la proposta del governo non corrisponde ancora ai veri bisogni delle nuove generazioni.
Di certo c'è che ci attende un lavoro lungo e che dovremo fare il massimo sforzo per ottenere dei risultati. E se non li otterremo dovremo essere pronti a fare la nostra parte mobilitandoci".   

(Roma, 31 agosto 2017)