1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuti della pagina
 
 

Contenuto della pagina
 
 

Pensioni, il 27 luglio riparte il confronto governo-sindacati

 

Attacco del Segretario della Lega all'iniziativa dello Spi-Cgil. Pedretti: non ci fermeremo

 
 

"Lo Spi-Cgil del Veneto ha organizzato ieri a Mira, in provincia di Venezia, la pastasciutta antifascista. Un'iniziativa importante che ha visto la partecipazione di tante persone e che si è tenuta in occasione dell'anniversario della caduta del regime. In tutto il Veneto si sono registrati nelle ultime settimane molteplici episodi di intolleranza verso gli immigrati, a Chioggia è stata scoperta una "spiaggia nera" dedicata alla memoria di Mussolini,  Forza Nuova ha sfilato a Padova mentre a Verona gli ultras della squadra di calcio hanno lanciato cori inneggiando a Hitler.

Episodi agghiaccianti, ripetuti e preoccupanti che ci hanno obbligato a stare ancora una volta in piazza e in mezzo alla gente per riaffermare i principi antifascisti su cui si basa la nostra democrazia.

Tutto questo non è piaciuto a Matteo Salvini, che non ha perso occasione per attaccarci e per offrire una sponda politica ai razzisti e ai nostalgici veneti".
Lo ha denunciato il Segretario generale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook in risposta alle polemiche sollevate dal Segretario della Lega sui social network.
 
"Fino a quando - ha continuato Pedretti - nel nostro paese ci saranno uomini politici come lui che giocano con la storia per un pugno di voti neri e intolleranti noi non ci fermeremo e continueremo a lavorare perché l'antifascismo sia un valore condiviso e perché la storia non sia riscritta. Salvini se ne faccia una ragione".

(Roma, 24 luglio 2017)