Manovra, pensionati in piazza in tutta Italia contro stop a rivalutazione

Manovra, pensionati in piazza in tutta Italia contro stop a rivalutazione

28 dicembre

La mobilitazione continuerà per arrivare a una manifestazione nazionale

I pensionati sono scesi oggi in piazza in tutta Italia per protestare contro la decisione del governo di rimettere mano alla rivalutazione delle pensioni.
La mobilitazione indetta dai Sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil si è tenuta nella stragrande maggioranza delle province italiane con presidi davanti alle Prefetture e proseguirà anche nei prossimi giorni per arrivare all’inizio del prossimo anno a una grande manifestazione nazionale.

I Sindacati Spi, Fnp e Uilp contestano al governo di aver fatto cassa con i pensionati, utilizzati come bancomat per finanziare la manovra economica.
Una misura giudicata ingiusta e profondamente punitiva nei confronti di milioni di persone anziane a cui viene ancora una volta presentato il conto da pagare.

Elenco completo presidi in tutta Italia

Veneto
Venezia (28 dicembre, regionale)
Treviso (28 dicembre)

Piemonte
Alessandria (3 gennaio)
Asti (3 gennaio)
Biella (3 gennaio)
Cuneo (3 gennaio)
Novara (3 gennaio)
Verbano-Cusio-Ossola (3 gennaio)
Torino (4 gennaio)

Valle d'Aosta
Aosta(28 dicembre)

Trentino Alto Adige
Trento (27 dicembre)
Bolzano (28 dicembre)

Friuli Venezia Giulia
Trieste (28 dicembre)
Udine (28 dicembre)
Pordenone (28 dicembre)
Gorizia (28 dicembre)

Lombardia
Varese (28 dicembre)
Brescia (28 dicembre)
Milano (28 dicembre)
Monza (28 dicembre)
Mantova (28 dicembre)
Lecco (28 dicembre)

Emilia Romagna
Bologna (28 dicembre, regionale)
Modena (28 dicembre)
Forlì (28 dicembre)
Ravenna (4 gennaio)
Rimini (4 gennaio)
Piacenza (4 gennaio)

Liguria
Genova (28 dicembre)
La Spezia (28 dicembre)
Imperia (28 dicembre)
Savona (28 dicembre)

Toscana
Siena (27 dicembre)
Firenze (28 dicembre)
Livorno (28 dicembre)
Pistoia (28 dicembre)
Prato (28 dicembre)
Pisa (28 dicembre)
Massa (28 dicembre)
Arezzo (28 dicembre)
Grosseto (3 gennaio)
Lucca (4 gennaio)

Marche
Ancona (28 dicembre)
Fermo (28 dicembre)
Pesaro Urbino (29 dicembre)
Ascoli Piceno (29 dicembre)
Macerata (27 dicembre)

Umbria
Perugia (28 dicembre)
Terni (28 dicembre)

Molise
Isernia (27 dicembre)
Campobasso (28 dicembre)

Abruzzo
L'Aquila (28 dicembre)
Chieti (28 dicembre)

Lazio
Roma (28 dicembre)
Latina (28 dicembre)
Frosinone (28 dicembre)
Rieti (28 dicembre)
Viterbo (28 dicembre)

Campania
Caserta (4 gennaio)

Basilicata
Potenza (28 dicembre)
Matera (29 dicembre)

Calabria
Cosenza (28 dicembre)
Castrovillari (28 dicembre)
Crotone (28 dicembre)
Catanzaro (28 dicembre)
Reggio Calabria (28 dicembre)

Puglia
Bari (28 dicembre)
Lecce (28 dicembre)

Sardegna
Cagliari (28 dicembre)
Sassari (28 dicembre)
Nuoro (28 dicembre)
Oristano (28 dicembre)

Sicilia
Ragusa (27 dicembre)
Palermo (28 dicembre)
Catania (28 dicembre)
Siracusa (28 dicembre)
Agrigento (3 gennaio)
Caltanissetta (4 gennaio)

DIPARTIMENTO
organizzazione

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

L’Inps aveva ipotizzato che ad accedere alla pensione di cittadinanza sarebbero state 250 mila famiglie, il Ministro del lavoro Luigi Di Maio ne aveva annunciate 500 mila: non sarà così, saranno molte meno. I paletti per accedere all’integrazione sono molto più rigidi di quelli propagandati e sostan…
→ Continua la lettura

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

Ciao Tina, staffetta partigiana

Ci ha lasciati oggi Tina Costa. Classe 1925 e antifascista fin dalla nascita. Coraggiosa staffetta partigiana ha rischiato la propria vita per consegnare borse, aiuti e viveri ai combattenti della Linea Gotica. Tina ha portato avanti con straordinario impegno la sua militanza politica e…
→ Continua la lettura

Ciao Tina, staffetta partigiana