1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuti della pagina
 
 

Contenuto della pagina
 
 
 

Un anno di lavoro. Tutto quello che abbiamo fatto finora.
Il 3 febbraio 2016 Ivan Pedretti veniva eletto Segretario generale. Il suo mandato tappa per tappa. I nostri risultati.

 
 
 
 

Febbraio 2016: lo Spi-Cgil denuncia l'intenzione del governo di mettere mano alle pensioni di reversibilità limitandone l'accesso. In particolare si contesta una norma contenuta nel ddl povertà. Il governo dapprima nega l'evidenza dei fatti, poi è costretto a fare marcia indietro e ad ascoltare le nostre ragioni. Ad aprile viene presentato un emendamento che stralcia la norma incriminata e le pensioni di reversibilità sono salve.

19 maggio 2016: in piazza del Popolo a Roma oltre 60mila pensionati e pensionate da tutta Italia partecipano alla manifestazione nazionale unitaria indetta da Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil per chiedere al governo un profondo cambio di rotta sulle politiche economiche e sulla previdenza. Pochi giorni dopo viene convocata la prima riunione del tavolo governo-sindacati sulle pensioni.

Giugno-Settembre 2016: si tiene il tavolo di confronto tra governo e sindacati sulle pensioni. Il 28 settembre viene sottoscritta da tutti un'intesa in previsione della legge di bilancio. L'intesa ha definito lo stanziamento di 7mld di euro in tre anni e una serie di misure in favore sia dei pensionati (no tax area, allargamento ed estensione della quattordicesima) che dei pensionandi (lavoratori precoci, lavori usuranti, anticipo pensionistico, ricongiunzioni onerose). Viene definita inoltre l'esigenza di proseguire il confronto sulle pensioni per dare vita alla cosiddetta "fase due" che affronti tutti i problemi rimasti finora irrisolti.

Settembre-Dicembre 2016: grazie ad un costante confronto con il governo riusciamo ad ottenere lo stanziamento di altri 50mln di euro sulla non autosufficienza, che si sommano ai 400 già previsti nella legge di bilancio.

Gennaio 2017: l'Inps comunica che da questo mese le pensioni saranno pagate sempre il secondo giorno bancabile del mese, come previsto dalla legge. Chiediamo al governo di tornare al vecchio meccanismo portando il pagamento degli assegni al primo giorno bancabile. Questa nostra richiesta viene accolta a partire da febbraio 2017.

Febbraio 2017: l'Inps comunica che a partire dal mese di aprile dovrà procedere al recupero dello 0,1% della rivalutazione delle pensioni del 2015. Chiediamo subito al governo di congelare questa misura e di rimandarla. Dopo qualche tentennamento il Ministro Poletti ha presentato un emendamento al Milleproroghe per rispondere positivamente a questa nostra richiesta.

(Roma, 3 febbraio 2017)

 
 
 

Le ultime notizie


 

ELENCO COMPLETO DELLE NOTIZIE